Intervista Hate Boss all’Apartamènto Hoffman

0

Venerdì 17 Gennaio, prima che si tenesse il concerto dei Phinx all’Apartamènto Hoffman di Conegliano Veneto, abbiamo avuto il piacere di sentire e conoscere gli Hate Boss, band veneta composta da Mattia Tomasi, voce, basso e synth, Simone Zaccaron, chitarra, Alessandro Tomasi, laptop, e Emanuele Lombardini alla batteria.

Da dove venite e da quanto tempo suonate insieme?
Siamo di Conegliano Veneto e suoniamo da quattro anni.

In che genere vi classifichereste?
Alternative dance, l’abbiamo copiato da wikipedia , non lo sapevamo e abbiamo detto “oh guardiamo i fighi cosa mettono”(ridono)- generalmente veniamo inseriti nel dark –industrial.

Beh ma di dark avete poco.
Dipende, a volte inseriamo anche delle cose electro. Alternative dance va bene perché non vuol dire nulla, c’è dentro tutto e niente.

Quanti dischi avete fatto fino ad ora?
Abbiamo fatto un disco, un EP e due singoli.

Progetti per il futuro?
Vorremmo registrare altre cose e continuare a suonare dal vivo, come direbbe qualsiasi band, però fondamentalmente è quello che vorremmo fare. Magari variando da ciò che abbiamo fatto nel primo disco, quindi adesso stiamo continuando a fare ricerca e soprattutto a scrivere nuovi brani.

Collaborazioni importanti per il vostro percorso?
Abbiamo collaborato con Paolo Baldini, che è il produttore dei Tre allegri ragazzi morti: abbiamo fatto insieme un pezzo prima di quest’ultimo EP, e lui ha fatto anche una produzione Dub del brano. Paolo produce soprattutto reggae, quindi essere a contatto anche con altri generi aiuta la nostra formazione, è una condivisione di sapere, un vero e proprio scambio culturale.

Prossime date?
Per ora ne abbiamo in programma una: il 7 marzo saremo a Trieste, sempre con i Phinx.

Ringraziamo e salutiamo così gli Hate Boss, con una piccola infarinatura di quello che sono e che hanno in programma, quanto prima approfondiremo il lavoro di questi ragazzi!

About Author