Ripercorrendo la carriera artistica di Gerry López: da Ciudad Juárez (Messico) al Primo Premio del prestigioso Concorso Nazionale Jazz di Parigi Saint-Germain-des-Prés

0

Music Wall ha il piacere di presentarvi Gerry López, giovane sassofonista emergente sulla scena jazzistica mondiale. Si è conquistato il primo posto in ben 4 concorsi a livello nazionale: “Concurso Nacional de Saxofón” del Messico (2009); “Concurso Panamericano de Saxofón” di Panama (2011); “Gran Premio – Concorso Jazz a la Défense” di Francia (2012) e al Concorso Jazz “Saint Germain Des Prés” di Parigi (2013), della cui giuria facevano parte alcune tra le personalità più note della critica jazz francese.

Nato nell’aprile del 1986 a Ciudad Juárez (Messico), ispirato dall’appassionata musica di Charlie Parker, fin dall’infanzia si è innamorato del jazz.
Dal 2009 al 2010 ha studiato alla “School for Improvisation” di New York City sotto la guida di Ralph Alessi e Steve Coleman. Durante gli studi a New York ha avuto l’opportunità di seguire lezioni private con alcuni dei migliori professori di jazz del nostro tempo come Brian Lynch e Barry Harris e artisti celebri che lo hanno ispirato a trovare la sua identità musicale (Miguel Zenón, Jerry Bergonzi, Seamus Blake).
Nel 2011 è riuscito a realizzare il sogno di trasferirsi a Parigi e dedicarsi completamente alla musica jazz. Nel 2014 ha completato la formazione superiore al Conservatorio di Parigi, dove ha studiato con Jean Charles Richard (direzione), Carine Bonnefoy (composizione), Luigi Grasso (improvvisazione) e Emil Spany (armonia).

Gerry López ha collaborato anche con musicisti di fama mondiale come Brian Lynch, Alain Pérez, Marc Miralta, Ingrid e Christine Jensen, François Lindemann, Paoli Mejias, Osmany Paredes, E.J. Strickland, Danilo Pérez, Sarah Carso, Mark Aanderud, ecc.
López si è esibito in recital e concerti come leader o membro di diversi gruppi in città europee, statunitensi e ibero-americane: New York City, Boston, Washington D.C. , Montreux (Montreux Jazz Festival), Losanna, Zurigo, Friburgo, Budapest, Vienna, Parigi, Madrid, Barcellona, Panamá, in Croazia, Venezuela, Costa Rica e nella Repubblica Dominicana.

Il suo progetto più recente, il disco Esperanza, lanciato a Parigi nel 2014 con l’etichetta discografica Cristal Records, rivela un brillante futuro per il giovane artista. Le sue straordinarie composizioni e il suo inconfondibile stile nel suonare il sassofono attraggono da sempre il grande pubblico sudamericano ed europeo. López desidera continuare a far conoscere la sua musica in diversi luoghi del mondo.

Discografia

New Generation (Swing House, 2011)

Fro Trio (Fresh Sound, 2012)

Esperanza (Cristal Records, 2014)

Critica

“Gerry López, giovane sassofonista virtuoso, ha debuttato sulla scena jazz di Parigi. Il lancio del suo album Fro Trio (nel novembre 2012) senza dubbio segna la nascita di un grande solista.”

LA DÉFENSE JAZZ FESTIVAL

“Considerato uno dei giovani musicisti più promettenti della scena jazz internazionale.”

Jordi Batalle RADIO FRANCE INTERNATIONAL

Intervista (per leggere l’intervista in lingua originale consultare il testo in spagnolo)

Quali sono i tuoi sassofonisti-modello?
Potrei dire Charlie Parker, John Coltrane, Jackie Mclean; moderni: Miguel Zenón, David Binney, Steve Lehman ecc.

Qual è il tuo album jazz preferito?
Kind Of Blue.

E lo standard jazz preferito?
I´ll be seeing you.

Se potessi tornare indietro nel tempo quale stile jazz adotteresti? Perché? E con chi avresti voluto suonare?
Senza alcun dubbio il Bebop, per la sua energia e libertà d’espressione. Mi sarebbe piaciuto suonare con Charles Mingus, Philly Joe Jones, Wynton Kelly, Paul Chambers, Jimmy Cobb, ecc.

Come è nato il disco Esperanza?
È il risultato degli ultimi tre anni della mia vita, allora… iniziai una fase intensa della mia vita nel venire a studiare in Europa e intraprendere un nuovo percorso. La “speranza” è un valore importante che non ho mai perso e che mi fa continuare ogni giorno a cercare di realizzare i miei sogni, per questo motivo ho deciso di intitolare così questo nuovo disco.

La tua composizione preferita? A cosa ti sei ispirato?
Ho un Bolero che mi piace molto. Una donna mi ha dato l’ispirazione.

Tra i diversi concerti in cui ti sei esibito nel mondo, quale è stato il pubblico più caloroso?
Certamente quello di: Messico, Panama, Cuba e Venezuela.

Qual è il ricordo migliore di un tuo concerto?
Una volta in Italia, mentre stavo suonando, a metà del tema è salito sul palco un bambino piccolo con il suo sassofono e ha iniziato a suonare accanto a me! È stato molto commovente!

Perché hai scelto di trasferirti a Parigi?
È stato il caso. Bene… arrivai a Parigi per suonare in un festival messicano in Francia nel 2011 e mi innamorai di quella città. Un amico mi parlò del conservatorio e fu così che feci la richiesta d’ammissione e mi accettarono. Così mi trasferii a Parigi.

Le città in cui hai vissuto (Ciudad Juárez, New York e Parigi) ti hanno influenzato in qualche modo? Se sì, come?
Chiaramente le tre città sono totalmente contrastanti. Le cose buone e cattive che accadono in ognuna influenzano il comportamento della società, quindi ognuna ha contribuito alla mia crescita come persona e artista.

Ascolti altri generi musicali?
Sì, certamente. Mi piace molto la musica classica, afro-cubana, R’n’B e quella folcloristica del mio Paese.

Si sono avverati i tuoi sogni?
Sì, ho lavorato molto per raggiungere le mie mete e alcune si sono trasformate nel percorso. Mi sento soddisfatto fino a questo punto della mia vita.

Cosa ti aspetti dal 2014?
A giugno terminerò la laurea in musica e presenterò il mio nuovo album. Spero così di poter tornare alla vita concertistica e condividere la mia musica nel mondo.

Puoi indicarci gli eventi più importanti del 2014?
Certo.

Febbraio:

12, 14 e 16, Svizzera, concerti come Primo Sassofono Alto con la Big Band Jazz di Losanna
24, Svizzera, concerto con François Lindemann
25, Parigi, concerto con il mio nuovo gruppo
26 e 27 registrazione del mio nuovo disco.

Marzo:
13, Svizzera, Zurigo, concerto con orchestra
16, Svizzera, Losanna, concerto con Quartetto
23-27, Messico, Festival di musica Jazz

Aprile:

Svizzera, Gerry López e Big Band
13, presentazione “Gerry Lopez & Quartet String”

Maggio:

Parigi, Festival Internazionale di Jazz Paris Saint Germain
Festival Orlean Jazz Festival

Giugno:

Parigi, Concerti di Laurea del Conservatorio

A luglio il tour di presentazione del mio nuovo disco in Francia e Spagna, ad agosto in Italia e a settembre in Messico.

Cosa ti manca di più del tuo Paese?
Il cibo!

Puoi dare un messaggio ai lettori di questa rivista e, in particolare, ai giovani musicisti che intraprendono il lungo e difficile cammino nel mondo della musica?
Dalla mia esperienza si deve lavorare con tenacia ogni giorno per andare avanti, migliorare e apprendere qualcosa di nuovo, senza smettere di sognare e rimanere al lato delle persone che ci motivano e insegnano. Sempre con la mente aperta e l’umiltà per imparare qualcosa di nuovo.

Pagina Facebook ufficiale di Gerry López

Profilo di Soundcloud ufficiale

About Author

pianist and singer-songwriter "The Rovers" acoustic trio #pop #folk http://theroversband.wix.com/the-rovers /// jazz singer "Liza & The Brothers" #jazz trio http://lizathebrothers.wix.com/liza-and-thebrothers /// classical piano /// foreign languages