Musica e scultura ne La memoria delle pietre

0

Inaugura sabato 22 settembre 2018, a Vezza d’Oglio, la  prima installazione artistica del progetto “La Memoria Delle Pietre”, un’opera di qualificazione ambientale e atropologica che unisce scultura e musica.

Il titolo della prima installazione artistica “I Giorni Del Borom” rimanda alla cava, a
quota 1.600 m s.l.d.m., posta nel Comune di Vezza d’Oglio. Di marmo bianco di Vezza sono le quattro sculture che verranno svelate lungo il percorso nei pressi della zona di estrazione, ognuna accompagnata da un brano musicale realizzato grazie al
campionamento ed al mixaggio di ben 120 suoni di lavorazione della pietra. Ogni
installazione rimanda infatti ad un QR-code (si consiglia di scaricare una app per la
scansione dei codici QR prima del giorno dell’evento) che consente l’ascolto del brano dalla pagina dedicata del sito di Maraéa. Le opere, che resteranno poi esposte in maniera permanente lungo il percorso.

Direzione artistica di: Milena Berta (scultrice camuna, classe 1988, originaria di
Vezza d’Oglio) e Alessandro Pedretti (musicista, classe 1986, camuno d’adozione).”La Memoria Delle Pietre” è un percorso di ricerca e valorizzazione artistica dei siti
estrattivi e delle pietre della Valle Camonica, il cui obiettivo è la restituzione al territorio
camuno di un patrimonio inestimabile di cultura e lavoro artigianale. Il progetto, triennale, artistico e di ricerca, promosso dal Distretto Culturale della Comunità Montana di Valle Camonica e da una decina di Comuni della valle, è sostenuto da Regione Lombardia.

Qui i dati dell’inaugurazione.

 

About Author

audia81@hotmail.com'